Gli sciatori in un abito scuro in una pendenza estrema sulla partenza

Sport invernali

Dolore al ginocchio dopo lo sci

Cause e cure consigliate

Tutti gli appassionati di sport invernali amano la vista di una pista da sci ricoperta di neve alta e delle pittoresche catene montuose che la sovrastano. Con un panorama così suggestivo, in pochi pensano a quanto velocemente una sciata rilassante possa essere bruscamente interrotta da infortuni alle ginocchia. Tuttavia, in questo articolo vogliamo dare un'occhiata più da vicino alle cause e alle misure contro il dolore alle ginocchia quando si scia o si fa snowboard. Speriamo in questo modo di fornirti le conoscenze necessarie affinché i panorami innevati per te rimangano sempre sinonimo di pace e spensieratezza.

Cause del dolore al ginocchio durante lo sci

Il dolore al ginocchio durante lo sci non deve essere preso alla leggera. Spesso, infatti, questo dolore può essere causato da sovraccarichi, infiammazioni o addirittura lesioni delle diverse aree articolari.

Muscoli non sufficientemente allenati / sovraccarico

I principianti sulle piste da sci conoscono bene il bruciore ai polpacci e alle cosce nelle discese più lunghe. Non è un fenomeno insolito di per sé, ma dovrebbe essere un chiaro segnale d'allarme: i muscoli sono al limite. Poiché una muscolatura ben allenata è essenziale per sostenere efficacemente l’articolazione, e quindi cartilagine, legamenti e tendini, bisogna essere consapevoli del fatto che i muscoli in fiamme presto non forniranno più questo supporto e che il rischio di lesioni diverrà sempre più concreto.

In questo caso, è meglio fare una pausa e continuare la discesa più tardi, se necessario.

Infortuni

Il dolore è sempre un campanello d'allarme con cui il corpo vuole farsi sentire. Nel caso di un dolore al ginocchio mentre si scia, è consigliabile consultare un medico per capire da dove proviene. Se, ad esempio, si praticano sport che sollecitano molto le articolazioni, come lo sci o lo snowboard, con cartilagini articolari già danneggiate come il menisco, si possono verificare gravi danni a lungo termine.

È quindi opportuno astenersi dall'attività sportiva almeno fino al via libera del medico.

Infortuni al ginocchio durante lo sci

Il ginocchio è al primo posto quando si parla di infortuni nello sci. Quali sono le diagnosi più frequenti?

Sciare dopo la rottura del legamento crociato

La rottura del legamento crociato è sicuramente una delle lesioni articolari più gravi e, di conseguenza, è necessario molto tempo per poter tornare a praticare sport. Il legamento crociato anteriore si rompe quando l'articolazione del ginocchio è piegata, distesa e ruotata verso l'esterno, ma il piede e la parte inferiore della gamba sono fissi e non ruotano con esso. Le rotture del legamento crociato anteriore si verificano relativamente di frequente nello sci rispetto ad altri sport, poiché durante la discesa e lo slalom vengono esercitate enormi forze di trazione laterale.

Se fortunatamente uno dei legamenti crociati viene danneggiato in una caduta, bisogna prepararsi a una pausa più lunga dallo sport. Di solito è obbligatorio un periodo di sei mesi senza sport intensivi, ma a seconda della gravità e del processo di guarigione, il ritorno allo sci, allo snowboard o agli sport di contatto può richiedere diversi mesi in più.

Sciare dopo una lesione del menisco

I danni al menisco, dovuti a lesioni o all'usura, non sono rari, soprattutto nello sci. Il menisco è un disco cartilagineo a forma di mezzaluna che si trova nel ginocchio e che è tristemente noto, soprattutto tra gli atleti agonisti, per essere in grado di porre fine a intere carriere. Tipico di una lesione del menisco è il dolore, che si avverte soprattutto quando il ginocchio è girato verso l'interno. Si tratta di un dolore da pressione che a volte è immobilizzante e lancinante.

Le lesioni del menisco vengono solitamente operate. In seguito, possono essere necessari diversi mesi prima che il ritorno all'attività sportiva sia davvero consigliato.

La Triade Infausta

La cosiddetta "triade infausta" è una combinazione di lesioni del legamento mediale, del menisco mediale e del legamento crociato. Il nome dice tutto: una lesione così complessa e grave comporta un'interruzione di almeno otto mesi, a seconda dell'andamento della terapia e dell'eventuale presenza di ulteriori lesioni ossee, ad esempio alla rotula. Di solito è inevitabile un'operazione per prevenire l'artrosi del ginocchio.

La triade infausta si verifica relativamente spesso nello sci e nello snowboard rispetto ad altri sport, a causa delle forze di trazione laterale già descritte. Di seguito ti daremo alcuni consigli su come evitare la triade.

Misure contro il dolore al ginocchio durante lo sci

La buona notizia è che non è obbligatorio sopportare il dolore al ginocchio sulle piste. Dall'attrezzatura giusta al trattamento post-sciistico fuori pista, ci sono diverse opzioni per vivere lo scii nel modo migliore possibile.

Raffreddamento del ginocchio / riscaldamento del ginocchio

Un classico tra i trattamenti del dolore: applicare del ghiaccio o un impacco freddo sulla zona interessata (ovviamente mai direttamente sulla pelle, ma avvolto in un asciugamano, ad esempio). Il raffreddamento è particolarmente indicato per prevenire o ridurre il gonfiore dei tessuti, perché il freddo provoca la contrazione dei vasi sanguigni e la diminuzione del flusso sanguigno nella zona interessata.

Tuttavia, anche il calore, applicato ad esempio attraverso un cerotto o un impacco, può contribuire a ridurre il dolore al ginocchio. In sostanza, il calore favorisce la circolazione sanguigna e il metabolismo, mentre il freddo rallenta questi processi. A seconda della causa del dolore, possono essere utili entrambi.E siste una semplice regola empirica che aiuta a decidere se usare il caldo o il freddo: si dovrebbe usare il freddo per le lesioni acute, ad esempio i legamenti lacerati, e il caldo per i muscoli tesi e le articolazioni rigide, nonché per tutte le condizioni croniche.

L'attrezzatura giusta: una ginocchiera per lo sci

Sia per evitare il dolore sia per tornare lentamente a sciare dopo un infortunio, un tutore per ginocchio come il Bauerfeind Sports Knee Support è sempre una buona idea e dovrebbe fare parte dell'equipaggiamento di ogni sciatore.

Qui puoi leggere in che modo il tutore fornisce un supporto contro il dolore al ginocchio durante lo sci.

Il migliore tutore di ginocchio per lo scii: il nostro eccellente Sports Knee Support

Perfetto contro il dolore al ginocchio

Non è più un segreto che il nostro tutore sportivo Sports Knee Support abbia qualità speciali nella lotta contro il dolore al ginocchio durante lo sci. Non a caso, i lettori di SkiMAGAZIN hanno assegnato al nostro tutore il Premio Innovazione 2023 nella categoria "Accessori". Approfitta delle sue funzionalità innovative e acquistalo subito nel tuo colore preferito.

Acquista ora!

Dolore al ginocchio quando si scia: come prevenirlo efficacemente

I migliori consigli per evitare il dolore al ginocchio quando si scia

1. Potenziamento muscolare: Come già detto, la sollecitazione delle articolazioni durante lo sci è enorme. È importante che le articolazioni siano forti, in modo che i legamenti e i tendini possano sopportare lo sforzo. Quindi: via alla palestra!

2. Riscaldamento muscolare: Diversi chilometri di discesa a velocità spettacolare: è chiaro che i muscoli non devono arrivare alle piste completamente impreparati. Assicurati di riscaldarti a sufficienza prima, ad esempio facendo stretching o eseguendo i nostri esercizi di ginnastica per lo sci.

3. Stile di sciata: Anche se la tentazione è a volte molto forte, soprattutto su una pista appena battuta, è importante ricordarsi che non sei un professionista della Coppa del Mondo ed è quindi fondamentale adattare il tuo stile di sciata alle tue capacità. Non a caso, la maggior parte degli infortuni sugli sci avviene a causa di cadute dovute alla sopravvalutazione delle proprie abilità.

4. Controllo dell'attrezzatura: gli attacchi sono regolati correttamente? Il casco è adatto? Gli scarponi da sci sono completamente chiusi? Soprattutto nelle discese ripide, il corretto funzionamento dell'attrezzatura gioca un ruolo decisivo. Prenditi quindi un minuto in più per controllare l'attrezzatura prima di buttarti sulla discesa.

5. Scelta degli scii adatti: questo consiglio segue direttamente il precedente. Anche se i professionisti sciano spesso con stecche particolarmente lunghe e molto più alte di loro, soprattutto per i principianti sono consigliabili scii più corti, in quanto presentano una minore resistenza alla virata e le curve tendono a essere più facili da utilizzare.

6. Rispetto delle regole FIS: la Federazione Internazionale dello Sci (FIS) ha elaborato delle regole di comportamento per gli sciatori che si applicano a tutte le piste del mondo.

7. Lezioni di sci: praticamente ogni carriera negli sport invernali è iniziata in piccolo, su piste piatte per principianti e con la guida esperta di un maestro di sci. In questo modo imparerai una buona tecnica di base e diventerai molto più sicuro sugli sci.

8. Fai delle pause: anche se all'inizio non sembra, lo sci e lo snowboard sono particolarmente faticosi per il corpo. Se cominci ad avvertire bruciore alle cosce, è bene fare una breve pausa e rilassarsi. Le pause regolari riducono notevolmente il rischio di caduta.

La nostra punta di diamante contro il dolore al ginocchio sugli scii: il nostro tutore Sports Knee Support

Evitare il dolore è particolarmente facile con un supporto mirato, proprio dove serve. Il nostro tutore sportivo sostiene efficacemente l'articolazione del ginocchio grazie al tessuto compressivo e all'Omega Pad e attiva un feedback sensomotorio per non sottoporre il ginocchio a stress eccessivi ed evitare dolori o lesioni.

Acquista ora Sports Knee Support!

Tutori per lo sci e lo snowboard

25% con il codice Bash25
25% con il codice Bash25
25% con il codice Bash25
25% con il codice Bash25
25% con il codice Bash25
25% con il codice Bash25
25% con il codice Bash25