L'uomo con i calzini da corsa blu e grigio si siede su una recinzione e si è tolto le scarpe

Calze da corsa a compressione

Calze da corsa: guida all’acquisto

Ecco a cosa fare attenzione

Di calze da corsa se ne trovano ormai un’infinità, tutte differenti fra loro per vestibilità, funzionalità e traspirabilità.
Per aiutarti a orientarti nella scelta delle calze da running a compressione più adatte per te, abbiamo creato una piccola guida all’acquisto.

In cosa differiscono le calze da corsa da quelle “di tutti i giorni”?

Close up di calzini da corsa colorati sul corpo in un ambiente urbano

La differenza più evidente tra le calze da corsa e le normali calze che ognuno di noi indossa abitualmente è data dal materiale di cui sono fatte. Le normali calze “da tutti i giorni” sono per lo più realizzate in cotone, poliammide (nylon) ed elastan. Le calze sportive e da corsa, invece, sono solitamente prive di cotone. Il motivo è semplice: il cotone assorbe bene l’umidità, ma fatica a liberarsene. Un tessuto umido accresce il rischio di fastidiosi sfregamenti e vesciche, specialmente durante la corsa.

Inoltre, le calze da corsa risaltano spesso per i loro colori particolarmente vivaci e per la presenza di zone di colore diverso, dotate di una struttura speciale o di un’imbottitura in corrispondenza delle parti sensibili del piede, come le dita, il tallone e il tendine d’Achille. Al di là dell’aspetto estetico, che sta diventando sempre più importante, in particolare per le calze da running a compressione più lunghe, le calze da corsa riproducono l’anatomia del piede per sostenerlo al meglio durante la corsa su lunghe distanze.

Grazie alla loro particolare lavorazione, le calze da corsa a compressione offrono anche una migliore vestibilità: essendo realizzate con una tecnica di lavorazione a trama circolare, non presentano cuciture nei punti più sensibili, che potrebbero creare pressione e fastidio durante la corsa.

Un’altra differenza è meno evidente, ma comunque molto importante. Diversamente dalle normali calze per tutti i giorni, sulle calze da corsa a compressione è presente una piccola “L” e una “R” a indicare rispettivamente la calza per il piede sinistro e quella per il piede destro. Il motivo è il seguente: le zone funzionali delle calze sportive situate in corrispondenza del collo del piede, del metatarso, del tallone o del tendine d’Achille sono specifiche per ciascun lato, quindi funzionano in modo ottimale solo se vengono indossate sul piede giusto. Un altro motivo: solitamente la parte più lunga del piede è quella interna. Le comuni calze, invece, sono più lunghe nella parte centrale, con il rischio che la calza crei delle pieghe in corrispondenza del mignolo e che si creino dei punti di pressione, cosa che ovviamente va evitata soprattutto se si corre per chilometri.

Quanto costano delle buone calze da corsa?

Considerate le numerose caratteristiche che devono possedere, delle buone calze da corsa non sono a buon mercato come delle normali calze per tutti i giorni. Vale comunque la pena investire dai 15 ai 20 euro per calze da corsa corte o di media lunghezza e dai 40 ai 50 euro per delle calze da running a compressione graduata più lunghe. A questo prezzo puoi trovare delle calze che si adattano in modo ottimale alla forma del tuo corpo, scaricando le zone sensibili come le dita dei piedi, il tallone e il tendine d’Achille e assicurando una buona dispersione del sudore grazie alla presenza di fibre tecniche funzionali. Questa fascia di prezzo solitamente garantisce anche prodotti che presentano una lavorazione di alta qualità, che le rende resistenti nel tempo. Di solito, queste calze sono anche facilmente lavabili (senza ammorbidente!) e potranno sostenerti per molte centinaia di chilometri su strade, montagne e sentieri nei boschi.

Le nostre calze da corsa in sintesi

25% con il codice Bash25
25% con il codice Bash25
25% con il codice Bash25
25% con il codice Bash25
25% con il codice Bash25
25% con il codice Bash25
25% con il codice Bash25
25% con il codice Bash25
25% con il codice Bash25

Come scegliere le calze da corsa compressione piu’ adatte?

La cosa migliore da fare sarebbe rivolgerti al negozio specializzato in articoli per la corsa più vicino a te per chiedere un consiglio. Se però non hai negozi simili dove vivi, ti consigliamo di prestare attenzione ai seguenti aspetti al momento dell’acquisto:

  • Il materiale deve essere quello giusto! Lo abbiamo ripetuto più volte: il materiale giusto è forse la caratteristica più importante di un buon paio di calze da corsa, dato che le calze sono direttamente a contatto con la pelle, e per di più ben strette. La traspirabilità è dunque un requisito imprescindibile. Allo stesso tempo, la trama del tessuto deve essere abbastanza fitta da garantire stabilità e compressione. Da ultimo, anche se non per importanza: la calza deve essere comoda. Fidati del tuo istinto e non sbaglierai.
  • Uomo o donna: questo è il problema! Per scegliere delle calze da corsa adatte occorre distinguere tra uomo e donna: le calze devono infatti adattarsi perfettamente all’anatomia del piede e non devono scivolare. Le donne hanno piedi mediamente più piccoli rispetto agli uomini, per cui nella scelta delle calze da corsa è necessario optare per un taglio che si adatti meglio alla loro anatomia e viceversa. Scegliendo le calze giuste avrai la certezza che ti calzeranno alla perfezione.
  • La cucitura deve essere una sola! Deve essere sottile e trovarsi nella parte anteriore, in corrispondenza della punta del piede. Le calze da corsa di alta qualità, grazie alla particolare lavorazione a trama circolare, sono prive di altre cuciture sui lati e, di conseguenza, non creano fastidiosi sfregamenti o punti di pressione.
  • Attenzione al tallone! Il tallone è una parte della calza particolarmente soggetta a usura e quindi deve essere rinforzato attraverso la giusta tecnica di lavorazione. Deve essere realizzato direttamente nella calza, in una fase intermedia del processo di produzione, dopo che la calza è stata terminata. Si riconosce dalla caratteristica forma a L che assume la calza e dalle cuciture nella zona del tallone. Diversamente, un tallone cosiddetto “falso” non è altro che una parte della calza finita ottenuta tramite stiratura e, di conseguenza, meno durevole.
  • Il marchio e l’estetica SONO importanti! Ebbene sì, a qualcuno non piacerà leggerlo, ma specialmente quando si tratta di calze da corsa, un look moderno e di alta qualità e un marchio rinomato sono indubbiamente sinonimo di qualità. In un settore in cui la concorrenza è aumentata esponenzialmente negli ultimi anni, i produttori specializzati puntano molto sulla vestibilità ottimale e sulla durevolezza delle loro calze da corsa e investono moltissimo nella ricerca e nello sviluppo (ulteriore) dei loro prodotti. Un euro in più è quindi ben speso se si tratta di migliorare concretamente la tua esperienza di corsa!
  • Qualità “Made in Germany”! Se attribuisci importanza a metodi di produzione sostenibili, standard sociali equi, prodotti di qualità e un buon servizio clienti, non potrai fare a meno del classico marchio di qualità nero, rosso e oro, neanche per le calze da corsa. Anche qui: vale la pena spendere qualche euro in più.